Collaborazione internazionale

Da alcuni anni le autorità di omologazione riconosciute a livello internazionale perseguono sempre più una strategia tesa a migliorare la collaborazione con altre autorità omologhe, e questo per diversi motivi. L’industria degli agenti terapeutici concepisce e fabbrica medicamenti e dispositivi medici su scala mondiale e si basa su norme e prescrizioni armonizzate sul piano internazionale. La ricerca e lo sviluppo nel settore sanitario forniscono continuamente nuove conoscenze che devono essere integrate nel sistema normativo. Inoltre, la politica e la società apportano esigenze e valori di cui un’autorità di controllo dei medicamenti moderna e attendibile deve tenere conto. Per garantire, in questo ambito, un’efficace protezione dei singoli pazienti e di tutta la popolazione secondo lo stato più recente della scienza e della tecnica, è indispensabile uno scambio su diversi temi che vada al di là dei confini nazionali. Per questo motivo, Swissmedic ha instaurato, mediante diversi strumenti e a diversi livelli, una collaborazione con altre autorità di omologazione riconosciute a livello internazionale e continua a intensificarla.

A livello bilaterale così come a livello multilaterale Swissmedic si impegna, tra l’altro, per l’armonizzazione e l’equiparazione delle esigenze relative all’omologazione di medicamenti, contribuendo così a un accesso più rapido a medicamenti nuovi e innovativi e a medicamenti contenenti principi attivi noti. Swissmedic discute con diversi organismi aspetti che concernono i risultati ottenuti dal lavoro tra le autorità partner e il cosiddetto «work sharing». Se insorgono rischi legati all’uso di agenti terapeutici, siano essi medicamenti o dispositivi medici, l’Istituto procede subito e in tutta rapidità a scambiare le informazioni e coordina le misure del caso con altre autorità.

Per adempiere a questi compiti e raggiungere l’obiettivo primario di tutelare la salute della popolazione, Swissmedic opera all’interno di una rete internazionale, intensificando sempre più le relazioni esistenti e instaurando nuovi partenariati.

Documenti correlati

Swissmedic setzt auf internationale Zusammenarbeit

Der Lebenszyklus eines Arzneimittels von der Entwicklung über die Zulassung bis zur Marktüberwachung ist von nicht zu unterschätzender Komplexität. In der Regel ist dabei heute alles global vernetzt. Will eine kleine Behörde wie Swissmedic mit der rasanten Entwicklung Schritt halten, ist eine effiziente internationale Zusammenarbeit nötig.

Der nachfolgende Artikel ist publiziert in pharmazeutische medizin 2016, Jahrgang 18, Heft 2, Juli, dem Publikationsorgan der Deutschen Gesellschaft für Pharmazeutische Medizin e.V.

Swissmedic setzt auf internationale Zusammenarbeit (PDF, 728 kB, 03.08.2016)publiziert in pharmazeutische medizin 2016, Jahrgang 18, Heft 2, Juli